Loading...

I Sali Minerali del Giardino della Vita

Il Giardino della Vita™
nutre e cura
I Sali Minerali, anche se in quantità modeste, sono indispensabili per la vita e la salute dell’essere umano: rappresentano circa il 4-5% del peso dell’individuo.  Sono sostanze inorganiche non energetiche, che permettono ai vari meccanismi del corpo umano di non incepparsi. I minerali assicurano la funzione plastica, danno forza al tessuto osseo, svolgono un compito delicato nella regolazione dell’acidità dei tessuti e fungono da catalizzatori di numerose reazioni chimiche. I sali minerali devono essere assunti dall’esterno in quanto l’organismo non riesce a sintetizzarli: sono suddivisi tra macroelementi, quando l’organismo necessita di qualche grammo al giorno, e oligoelementi o microelementi se il fabbisogno è nell’ordine dei milligrammi.

Macroelementi

Fanno parte di questa classe il calcio, il fosforo, il magnesio, il sodio, il potassio, il cloro e lo zolfo.
  • Fosforo: È largamente diffuso nel tessuto osseo e nei denti ed è anche presente nel tessuto muscolare e nel sangue. Svolge un ruolo fondamentale nella produzione di energia. I cibi che contengono un buon tenore di fosforo sono. Il fabbisogno giornaliero di fosforo è di circa 800mg.
  • Magnesio: E’ abbondante nel tessuto osseo, si trova anche nel tessuto nervoso e muscolare. Il fabbisogno giornaliero è pari a 250-350 mg al giorno per adulti. E’ un anticrampi naturale.
  • Sodio: Partecipa insieme al Potassio alla pompa sodio-potassio fondamentale per gli scambi tra le cellule. Un quantitativo superiore ai 4 grammi favorisce l’ipertensione arteriosa.
  • Potassio: Influenza insieme al Sodio l’attività di membrana. Il fabbisogno giornaliero medio è di circa 3 grammi. La carenza di Potassio determina prevalentemente crampi muscolari e anomalie del ritmo cardiaco
  • Cloro: Si trova soprattutto nello stomaco, partecipa al processo di digestione del bolo alimentare ed è ampiamente diffuso in natura: in particolare è legato al Sodio nel sale da cucina. Il fabbisogno giornaliero oscilla tra 1 e 5 grammi. La carenza di Cloro determina prevalentemente crampi muscolari.
  • Zolfo: E’ indispensabile per lo sviluppo degli annessi cutanei (peli, capelli ed unghie), nonché per la formazione e sviluppo delle cartilagini. Lo Zolfo è abbondantemente presente nelle proteine animali
  • Calcio: La maggior parte del Calcio è localizzato nello scheletro e nei denti, il resto nelle cellule e nel sangue. Un giusto apporto di calcio favorisce: la contrazione muscolare, la coagulazione sanguigna, la trasmissione degli impulsi nervosi. Il fabbisogno giornaliero medio per gli adulti è di circa 800.

Oligoelementi o Microelementi

Sebbene l’organismo necessiti di piccolissime quantità di queste sostanze, sono indispensabili per l’equilibrio dei vari organi ed apparati.
  • Ferro: Il deficit di ferro provoca astenia e anemia. L'eccesso determina una malattia caratterizzata da accumulo: l’emosiderosi.
  • Rame: Il fabbisogno giornaliero nell'adulto è 1.5 - 3 mg. La carenza di rame è responsabile di fragilità ossea ed anemia. L’assunzione in eccesso determina, nausea, vomito e diarrea.
  • Zinco: Funge da catalizzatore di reazione chimiche, ossia favorisce l’avvio delle reazioni stesse. Il fabbisogno giornaliero nell’adulto è di circa 10 mg.
  • Fluoro: È un minerale presente nelle ossa e particolarmente nei denti. Le principali fonti di approvvigionamento sono le acque potabili. 
  • Iodio: È prevalentemente localizzato a livello tiroideo ed è indispensabile per la formazione dell’ormone tiroideo. Sono ricchi di iodio le alghe, il sale iodato ed i molluschi.
  • Selenio: La funzione principale del selenio è quella di protezione delle membrane cellulari, è infatti una sostanza antiradicali liberi e si pensa che esso abbia una funzione antinvecchiamento. Il fabbisogno giornaliero di selenio è di 55 μg. 
  • Cromo: Sostanza che favorisce il fisiologico svolgimento di diversi metabolismi, tra cui quello dei grassi ed in riferimento al ciclo degli zuccheri, permette una normale funzione dell’insulina. Il fabbisogno giornaliero di cromo varia tra i 50 e i 200 μg. 
  • Cobalto: È una sostanza che entra nella formazione della vitamina B12.
  • Manganese: La sua carenza provoca rallentamento nella crescita in generale, ed in particolare rallentamento nella crescita di barba e capelli. Ipoglicemiche e ipotensione, invece, sono i principali sintomi da eccesso di manganese.
  • Molibdeno: Il molibdeno, presente soprattutto a livello epatico, entra nel ciclo dell’acido urico.